Io sono venuto dal mondo che non si manifesta
e ho piantato la mia tenda nella Foresta
dell’esistenza materiale.
Sono passato attraverso i regni dei minerali e dei
vegetali, poi lo strumento della mia mente mi ha
condotto nel regno animale.
Arrivato fin qui, sono passato oltre,
poi nella conchiglia di cristallo del cuore umano
ho avvolto la goccia di consapevolezza in una Perla.
In compagnia di uomini buoni
ho vagato intorno alla Casa della preghiera,
e fatta questa esperienza, sono passato oltre.
Poi ho imboccato la strada che conduce a Lui
e sono diventato uno schiavo presso il suo cancello.
Allora è scomparso il dualismo
e sono stato assorbito in Lui.

Khwaja Abdullah Ansari

Tags:

Svegliati! Fiore della foresta,
cielo che cammina,
uccello di pianura,
creatura dagli occhi di cerbiatto,
quando mi guardi io sono felice
come un fiore che beve la rugiada,
il tuo respiro è l’alito
di fiori che si schiudono al mattino,
di fiori che si chiudono alla sera
contro una luna color di foglia morta.
Non vedi il fiotto rosso del mio sangue
correrti incontro
come un torrente nel fitto della macchia
in una notte magica di luna? Leggi tutto »

Tags:

La notte mi chiede chi sono,
sono il segreto della profonda nera insonnia,
sono il suo silenzio ribelle.
Ho mascherato l’anima di questo silenzio
ho avvolto il cuore di dubbi.
Immota qui
porgo l’orecchio
e i secoli mi chiedono
chi sono.
E il vento chiede chi sono
sono la sua anima inquieta rinnegata dal tempo.
Come lui sono in nessun luogo
continuiamo a camminare e non c’è fine
continuiamo a passare e non c’è posa
giunti al baratro
lo crediamo il termine della pena
e quello è invece l’infinito. Leggi tutto »

Tags:

Ascolta più spesso le cose
Che gli Esseri.
La voce del Fuoco si intende,
ascolta la voce dell’Acqua.
Ascolta nel Vento
Il Cespuglio in singhiozzi:
É il respiro degli Antenati.
Quelli che sono morti non sono mai partiti:
Sono nell’Ombra che si dirada
E nell’Ombra che si ispessisce.
I Morti non sono sotto la Terra:
Sono nell’Albero che freme,
Sono nel Bosco che geme,
Sono nell’Acqua che scorre,
Sono nell’Acqua che dorme,
Sono nella Capanna, sono in mezzo alla Folla:
I Morti non sono morti. Leggi tutto »

Tags:

Già trascorsa la sera
volge la luna al tramonto
ed eccoci a contare
le ore di un’altra notte,
guardando la luna
scivolare nell’abisso
e con lei l’allegria
senza che tu sia venuto
perso con le mie speranze,
fissando la tua sedia vuota
in compagnia della tristezza
dopo aver chiesto invocato
in silenzio la tua venuta. Leggi tutto »

Tags:

L’amore è sconsiderato, non così la ragione.
La ragione cerca il proprio vantaggio.
L’amore è impetuoso, brucia sé stesso, indomito.
Pure in mezzo al dolore,
l’amore avanza come una macina;
dura la sua superficie, procede diritto.
Morto all’egoismo,
rischia tutto senza chiedere niente.
Può giocarsi e perdere ogni dono elargito da Dio.
Senza motivo, Dio ci diede l’essere,
senza motivo rendiglielo.
Mettere in gioco se stessi e perdersi
è al di là di qualunque religione.
La religione cerca grazie e favori,
ma coloro che li rischiano e li perdono
sono i favoriti di Dio:
non mettono Dio alla prova
né bussano alla porta di guadagno e perdita.

Jalāl-ad-Dīn Muhammad Rūmī

Tags:

Ma viene l’attimo quando
alla porta bussa il Destino
con la tua stessa mano.

Non puoi non aprirgli.
E mette in fuga il silenzio
con la voce tua.

Quel che è scritto per te
con calligrafia incerta
sarai tu stessa a scriverlo.

Se per paura lo cancelli,
cancellerai il tuo volto
con il gesto tuo.

Il Destino prende dimora in te.
E dove potrai fuggire, tu,
più lontano dalla tua pelle?

Blaga Dimitrova

Tags:

Non so se mi ero innamorata di te.
Mi innamorai però di altre cose, lo so:
di una stanza scomoda rivolta a nord,
di una teiera che crepitava di sera.

Degli alberi mi innamorai che toglievano spazio,
dei solitari e soffocanti cinema di quartiere,
dei dolorosi ricordi di prigione,
di un muro ferito dalle bombe.

Delle fermate del tram, delle foglie ricoperte di brina,
di una calda tasca con castagne bruciate,
della pioggia scrosciante, del suono del telefono,
perfino della nebbia fonda color cenere.

Di tutto il mondo mi ero innamorata, non di te.
Lo scoprivo nuovo, interessante, ricco.
Per questo soffro… Non per averti perso.
Altro ho perduto – il mondo intero.

Blaga Dimitrova

Tags:


Pagina 2 di 1012345...10...»