E ci mancava solo questa, il grande capo che divorzia, che viene deluso dalla moglie, allontanato dai figli e magari anche dal villone. Ci mancava solo un pò di sano gossip e decine di puntate di Porta a Porta con Vespa pronto a sfregarsi le mani davanti a una bella gigantografia della Veronica carnosa. Un’altra arma di distrazione di massa questa faccenda personale ma non troppo del duce in carica, personale ma non troppo perchè le accuse mosse dalla consorte sono di pesante immoralità e dipingono un uomo forse poco adatto a guidare un paese. Anche se si sa, una donna sa essere davvero crudele quando vuole. Vicenda privata ma non troppo perchè a dare consigli al duce su come comportarsi davanti ai media sono i sottosegretari Letta e Bonaiuti, perchè un secondo divorzio per chi professa i valori della famiglia, della chiesa, per chi è contro gli omosessuali e le unioni di fatto, forse è un pò troppo. Tuttavia, non capisco perchè se ne parli ora e ci si stupisca tanto, non capisco perchè l’evento faccia notizia, perchè sia in prima pagina rispetto a tutte quelle altre notizia che sarebbero magari degne di nota, come ad esempio il fatto che il nostro paese è stato definito “parzialmente libero” da Freedomhouse (e non sono comunisti), oppure che in Italia continua ad aumentare il numero dei licenziati e dei cassintegrati, che i migranti continuano a bussare alle nostre coste grazie anche a un comportamento ambiguo e repressore della Libia (dell’amico colonnello), che in Iran e in tanti altri paesi del mondo si continua ingiustamente a morire per mano del boia. Cosi’ finiamo per distrarci, per lasciarci ingannare dalle foto di una famiglia felice ormai allo sfacelo, dal dramma del duce che nei prossimi giorni calcherà le scene con volto contrito e affranto, raccogliendo sostegno e consolazione da qualche signora anziana, pronta magari anche a regalargli la propria dentiera per tirarlo su di morale. E dopo il tormentone terremoto, trasmesso e ritrasmesso come un infinita soap opera, ecco il tormentone tragedia familiare del padrone, al quale i sudditi si inchineranno in silenzio, pronti a farsi defraudare nuovamente della loro intelligenza.

Tags: , , , , , , ,

2 Responses to “No gossip, please!”

  1. enhomopojke dice:
    lunedì 4 maggio 2009 at 17:40

    …però sono convinto che si parlerà tanto di febbre suina!! anzi Berlusconi dirà che va con le minorenni proprio perchè ha la febbre suina ( che verrà ribattezzata la febbre porcella ), poveretto diranno i giornali il neo duce è malato…ma sopravviverà perchè è gagliardo.
    l’italiota medio gli crederà!!! e si infurierà se mai si cercherà di polemizzare parlando di disoccupati e libertà di stampa!!! non è il momento di fare polemiche!!!!

  2. claudia dice:
    lunedì 4 maggio 2009 at 18:06

    pensandoci bene, il famoso italiota medio e mediocre si compiace di tutto questo porcellame, anzi si identifica nel duce padrone e donnaiolo e ne fa mito. Ma finirà prima o poi finirà…sarà una febbre suina o non so cosa ma niente e nessuno è eterno!

Lascia una Replica

Per aggiungere un commento bisogna essere registrati.