A pochi giorni dal varo del decreto che autorizza le ronde di privati cittadini, Fiamma Tricolore sta mettendo in piedi la sua «squadra» a Udine. E’ partito il reclutamento di 100 volontari, rigorosamente di italica stirpe, «molti dei quali esperti di arti marziali o ex appartenenti alle forze armate o a corpi di polizia per i servizi di sicurezza del territorio». I baldi giovani saranno dotati di cellulare, torce e spray anti-aggressione. La squadra sarà intitolata ad Ettore Muti, gerarca fascista della prima ora – con tanto di militanza nella Milizia volontaria per la sicurezza nazionale – e segretario del Partito nazionale fascista. «Non posso che esprimere inquietudine e preoccupazione», ha detto Maria Antonietta Farina Concioni – parlamentare del Pd eletta in Friuli, che ha presentato un’interrogazione al ministro degli Interni sulla vicenda. A riportare la notizia sulla «trovata» di Fiamma Tricolore è stato il «Messaggero Veneto». Il sindaco di udine Furio Honsell ha definito la cosa «un atteggiamento non istituzionale, che sembra una carnevalata nel migliore dei casi e preoccupa invece parecchio». Nel frattempo anche il presidente della provincia di Milano Penati si è aggiunto al sindaco di Vicenza nell’appoggiare l’idea delle ronde, in particolare quelle condotte da squadre di ex appartenenti alle forze dell’ordine.

Tags: , , , ,

Lascia una Replica

Per aggiungere un commento bisogna essere registrati.