La Commissione europea si è detta oggi “molto sorpresa” della scelta del governo di introdurre diritti di superficie di 90 anni per gli imprenditori che hanno strutture sui terreni demaniali lungo le coste.

“Se quello che abbiamo letto sulla stampa è confermato, ne saremmo molto sorpresi”, ha commentato la portavoce del commissario al Mercato Interno Michel Barnier riferendosi alla norma contenuta nel decreto sul rilancio dello sviluppo, approvato ieri in Consiglio dei ministri.

La portavoce ha precisato che finora le autorità italiane non hanno notificato il provvedimento a Bruxelles.

“E’ necessario che differenti investitori abbiano la possibilità di partecipare a gare. Ci stupisce molto che le concessioni per l’uso commerciale di uno spazio limitato siano rinnovate automaticamente senza gare a cui altri possano partecipare”, ha aggiunto la portavoce.

La portavoce ha anche sottolineato che tra l’Italia e Bruxelles esiste un caso aperto da tempo. La Commissione ha già inviato due lettere di avvisi motivati alle autorità italiane sul tema “per trovare una risposta compatibile con le regole del mercato interno”. (reuters)

Per legge “durata limitata adeguata”
La durata delle concessioni per le attività caratterizzate da “scarsita’ delle risorse naturali”, come è il caso di quelle sulle spiagge italiane, deve essere “limitata” e “adeguata” secondo l’articolo 12 della direttiva 2006/123/CE, la cosiddetta “Bolkestein” dal nome dell’allora Commissario Ue per il mercato interno, l’olandese Frits Bolkestein.

“Qualora il numero di autorizzazioni disponibili per una determinata attività sia limitato per via della scarsità delle risorse naturali o delle capacità tecniche utilizzabili – è il testo della direttiva comunitaria – gli Stati membri applicano una procedura di selezione tra i candidati potenziali. che presenti garanzie di imparzialità e di trasparenza e preveda, in particolare, un’adeguata pubblicità dell’avvio della procedura e del suo svolgimento e completamento”.

In questi casi, prosegue il testo, “l’autorizzazione è rilasciata per una durata limitata adeguata e non può prevedere la procedura di rinnovo automatico nè accordare altri vantaggi al prestatore uscente o a persone che con tale prestatore abbiano particolari legami”. (rainews24)

Tags: , , , , ,

Lascia una Replica

Per aggiungere un commento bisogna essere registrati.