“Chi protegge i nostri figli?”Durante il film Disney in prima serata su Rai1 il trailer sulla puntata di Porta a Porta dedicata alla scomparsa di adolescenti. L’Osservatorio sui diritti dei minori: “Interruzione nefasta, in pochi secondi ha generato apprensione in piccoli e adulti”

You need to install or upgrade Flash Player to view this content, install or upgrade by clicking here.

ROMA – La scena romantica del ballo di Cenerentola era appena finita quando ieri sera, nel film Cenerentola in onda su Rai1, è comparsa la pubblicità. Aperta da un trailer di Porta a Porta (in onda a seguire) con Bruno Vespa che annunciava il tema della puntata, dedicata alla scomparsa della giovane Yara e alla morte di Sarah Scazzi. Leggi tutto »

Tags: , , , ,

Oggi non è il caso di scrivere parole distaccate o di dar luogo a un’alnalisi oggettiva, calma e non violenta degli eventi. Stasera Silvio Berlusconi occuperà ancora una volta la televisione pubblica per autoproclamarsi, autocelebrarsi come miglior presidente degli ultimi 150 anni, come un un buon padre di famiglia, un fedele marito e forse anche un cristiano devoto. Non basta aver annullato un’altra trasmissione Rai, che magari avrebbe potuto dire qualche parola di troppo contro il duce, o forse nessuna, dato che il conduttore di Ballarò non è affatto un rivoluzionario, Berlusconi ha deciso di occupare ancora una volta, con la propria persona, il salotto candido di Bruno Vespa, lui, lui solo con un paio di giornalisti che gli porrano domande studiate, domande inutili. Leggi tutto »

Tags: , , , ,

Martedì 15 settembre la trasmissione di approfondimento politico Ballarò, condotta da Giovanni Floris, non andrà in onda per lasciare spazio a Porta a Porta, trasmissione di Bruno Vespa che tratterà la consegna delle case prefabbricate ai terremotati d’Abruzzo. Decisione dei vertici Rai naturalmente! La faccenda ha dato luogo alle solite polemiche italiane, quelle sterili e inutili che poco hanno di costruttivo e che sono destinate a spegnersi nel giro di qualche ora perchè è nell’interesse di tutti i protagonisti tenere la testa bassa e incassare l’ennesimo colpo senza agitarsi troppo. In un paese normale, un evento come la consegna delle case prefabbricate a migliaia di persone che da diversi mesi vivono nelle tendopoli perchè vittime, non solo del terremoto, ma soprattutto dell’incuria, della scelleratezza e del malsistema italiano, non avrebbe avuto un eco pubblicitaria tale da doverci fare una prima serata televisiva a scapito, tra l’altro, di un programma d’approfondimento politico che avrebbe potuto trattare temi magari più importanti. Leggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

In qualsiasi paese occidentale e non solo, l’affermazione “Sono contro una società multietnica”avrebbe suscitato non polemiche da campagna elettorale, ma un’ indignazione tale che avrebbe portato l’artefice di tali parole, il Presidente del Consiglio, a cambiare mestiere nel giro di poche ore. In Italia questo non avviene, anzi anche il livello d’indignazione è molto molto basso, tanto basso da far pensare che questo paese abbia smesso di respirare, di sentire. Leggi tutto »

Tags: , , , , , ,