La Commissione europea si è detta oggi “molto sorpresa” della scelta del governo di introdurre diritti di superficie di 90 anni per gli imprenditori che hanno strutture sui terreni demaniali lungo le coste. Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

8-9 novembre 1987: REFERENDUM ABROGATIVO SUL NUCLEARE

I tre quesiti referendari al quale gli italiani con decisione hanno dato risposta:

Primo quesito
Volete che venga abrogata la norma che consente al Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) di decidere sulla localizzazione delle centrali nel caso in cui gli enti locali non decidono entro tempi stabiliti?
(la norma a cui si riferisce la domanda è quella riguardante “la procedura per la localizzazione delle centrali elettronucleari, la determinazione delle aree suscettibili di insediamento”, previste dal 13° comma dell’articolo unico legge 10/1/1983 n.8)

Votanti 29.862.376
RISPOSTA AFFERMATIVA 20.984.110 80,6%

Secondo quesito
Volete che venga abrogato il compenso ai comuni che ospitano centrali nucleari o a carbone?
(la norma a cui si riferisce la domanda è quella riguardante “l’erogazione di contributi a favore dei comuni e delle regioni sedi di centrali alimentate con combustibili diversi dagli idrocarburi”, previsti dai commi 1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12 della citata legge)

Votanti 29.871.570
RISPOSTA AFFERMATIVA 20.618.624 79,7%

Terzo quesito
Volete che venga abrogata la norma che consente all’ENEL (Ente Nazionale Energia Elettrica) di partecipare ad accordi internazionali per la costruzione e la gestione di centrali nucleari all’estero?
(questa norma è contenuta in una legge molto più vecchia, e precisamente la N.856 del 1973, che modificava l’articolo 1 della legge istitutiva dell’ENEL).

Votanti 29.855.604
RISPOSTA AFFERMATIVA 18.795.852 71,9%

“Ministero dell’ Interno” – Dipartimento per gli Affari interni e territoriali – Direzione Centrale dei Servizi Elettorali

Tags: , , , , ,

He’s one of the country’s most popular politicians, net and social-networking confident, adored by the young and might lead a leftish coalition in the next general election. And he tries to keep a belief in politics alive
Le Monde Diplomatique by Chase Madar

Silvio Berlusconi’s gift for the battuta – wisecrack – has been a great help to his political career. But there are limits. He tried to bounce back from the revelation that he intervened to secure the release from police custody of a 17-year old Moroccan bellydancer, “Ruby Heartstealer”, who had been at his private parties, by saying “it’s better to go crazy over beautiful girls than be gay”. This did not go over well and in no way blocked public disgust with his “bunga-bunga” lifestyle. The crack was aimed at the Italian left’s new star, Nichi Vendola. Leggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

You need to install or upgrade Flash Player to view this content, install or upgrade by clicking here.

Tags: , , , ,

Cuando Nichi va a la tele, la gente no cambia de canal. Por algo será que le dicen “el Berlusconi de la izquierda”. Nicola Vendola, el político gay y comunista que empieza a perfilarse como el verdadero adversario del statu quo italiano, es también un luchador histórico por los derechos de la comunidad y un defensor de la vida fuera del closet.
En 1963, Pier Paolo Pasolini rodaba Comicios de amor, un ensayo en forma de película, un documental-encuesta que quería develar las ideas de los italianos sobre el erotismo y el amor. Hace algunos días que los “comicios de amor” regresan al terreno de la política italiana como idea madre de una campaña política. Jóvenes escritores leen cuentos inspirados en cinco palabras (Valor, Cuidado, Libertad, Compromiso y Fantasía) que caracterizan el estilo político de Nicola “Nichi” Vendola, 52 años, gobernador de la región Apulia y líder de Izquierda y Libertad. Nichi es comunista, católico y homosexual bien fuera del closet. “No quiero morir sin vivir la experiencia de la paternidad”, declaró hace algunos meses. Prácticamente una bomba en la sombra del Vaticano.

Han pasado 25 años desde cuando La Repubblica lo caracterizaba como “El gay de la FGCI” (Federación de los Jóvenes Comunistas Italianos). Nichi ha sido el primer gay en la dirigencia del PCI, el partido que en 1948 expulsó a Pasolini. Viejo y grande es su amor para Pier Paolo. Cuando de joven vendía libros para pagarse los estudios en letras, eligió graduarse con una tesis sobre él. En muchas entrevistas despliega su tesis de que “la homosexualidad de Pasolini fue muy marcada por su catolicismo, se percibía como un Cristo de la diversidad: una condición votada al martirio, por el sentido de culpa. Por eso su literatura se hace premonición de su muerte”. Leggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

Romani che esordisce nella sua nuova veste di ministro definendo ‘odiosa’ la puntata di Report sull’affaire Antigua che vede coinvolto il premier. Masi che blocca il programma ‘Vieni via con me’ di Saviano e Fazio a tre settimane dal debutto e che rimanda la resa dei conti con Santoro alla fine dell’iter dell’arbitrato. C’era una volta il servizio pubblico di informazione, oggi esiste quello della pubblica epurazione.

Il ministro dello Sviluppo ha lasciato intravedere quale sarà l’obiettivo del suo mandato: garantire gli interessi Mediaset e l’immagine di Berlusconi. E siamo all’inizio. Il dg Rai invece ha confermato l’Armageddon: vuole e deve portare al padrone d’Arcore la testa di Santoro e lo scalpo delle voci critiche (Fazio e Saviano). E siamo alla fine, forse. Perché tra la vecchia e la nuova bastonatura del dissenso, la verità è semplice: sullo stesso Masi è piovuta addosso la rabbia di un premier che non lo considera all’altezza della mission censoria a cui è stato preposto. Dunque Masi cerca di portare a casa il risultato prima che sia troppo tardi e che il sire d’Arcore decida una sostituzione, compiendo l’epurazione dell’epuratore. Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , , ,

Tony Esposito e il quintetto di ottoni dell’Accademia di Santa Cecilia insieme per celebrare il ‘Global Day for Darfur‘. Il concerto si terra’ il 28 aprile a “Stazione Birra”, via Placanica 172 Roma, ed e’ inserito nell’ambito di una serata/evento di beneficenza nel corso della quale sara’ inaugurata una mostra dei disegni dei bambini del Darfur e delle foto che testimoniano la vita nei campi profughi della regione.

“Anche quest’anno nel mese di aprile si celebra in tutto il mondo, con numerose iniziative, il ‘Global Day for Darfur’, dedicato alla crisi in corso in questa martoriata regione del Sudan dal febbraio 2003. Dal 2006 anche l’Italia, grazie all’impegno di ‘Italians for DarfurLeggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

Per un voto onesto servirebbe l’Onu

“LA DISPERAZIONE più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile. E questa disperazione avvolge il mio paese da molto tempo”. È una riflessione che Corrado Alvaro, scrittore calabrese di San Luca, scrisse alla fine della sua vita. E io non ho paura a dirlo: è necessario che il nostro Paese chieda un aiuto. Lo dico e non temo che mi si punti il dito contro, per un’affermazione del genere. Chi pensa che questa sia un’esagerazione, sappia che l’Italia è un paese sotto assedio. In Calabria su 50 consiglieri regionali 35 sono stati inquisiti o condannati. E tutto accade nella più totale accondiscendenza. Nel silenzio. Quale altro paese lo ammetterebbe? Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , , , , , ,


Pagina 1 di 3123