Presidente Silvio Berlusconi, le scrivo dopo che in una conferenza stampa tenuta da lei a Palazzo Chigi sono stato accusato, anzi il mio libro è stato accusato di essere responsabile di “supporto promozionale alle cosche”. Non sono accuse nuove. Mi vengono rivolte da anni: si fermi un momento a pensare a cosa le sue parole significano. A quanti cronisti, operatori sociali, a quanti avvocati, giudici, magistrati, a quanti narratori, registi, ma anche a quanti cittadini che da anni, in certe parti d’Italia, trovano la forza di raccontare, di esporsi, di opporsi, pensi a quanti hanno rischiato e stanno tutt’ora rischiando, eppure vengono accusati di essere fiancheggiatori delle organizzazioni criminali per il solo volerne parlare. Perché per lei è meglio non dire. Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Va tutto bene nel nostro paese, le banche sono forti, la crisi è passata, i terremotati sono nelle loro casette antisismiche, peccato che ci sia ancora qualche comunista vivo, qualche africano incosciente che annega nel nostro mare, qualche nave velenosa seppellita nei dintorni delle nostre coste. Tutto bene, quindi, chi denuncia, chi parla, chi pubblica è solo un invidioso, un pessimista, disfattista, comunista. Questo è il paese di Berlusconi, dei suoi ministri, lo stesso paese dei camorristi, dei mafiosi, dei miliardari evasori e malfattori, ma è l’unico paese che funziona. Poi c’è il paese nostro, il paese delle persone normali, le persone da stipendio o da niente, le persone che non hanno case o soldi da investire, le persone che sanno che la spazzatura è ancora qui, che ne hanno solo abilmente nascosto una parte, vantandosi di aver compiuto un miracolo. Leggi tutto »

Tags: , , , , ,