A volte sembra di aver già detto tutto, di aver assistito a tutto, di aver sentito troppo, e quindi si sceglie di tacere, di alienarsi o magari distrarsi, perché l’indignazione e la rabbia sono sentimenti che logorano, soprattutto quando li condividi con pochi, quando gli altri sembrano ciechi, quando la barca va e tutti la lasciano andare. Ma nulla è eterno, nemmeno il potere, nemmeno le menzogne, c’è sempre qualcuno pronto a smascherare ciò che sembra perfetto, ciò che si propone inattaccabile. Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

“Oltre al fatto che a me il premier Berlusconi piace personalmente  anche i nostri popoli si amano e hanno profondi legami e una profonda comunità di valori”. Ha detto Barak Obama, assegnando al presidente del Consiglio  il ruolo di “consigliere” sui rapporti con la Russia. “Gli ho chiesto consiglio su come approcciare i russi”, ha continuato il leader americano.

Che entusiasmarsi in questo mondo fosse possibile solo per le persone tragicamente scomparse, inchiodate in croce, o colpite da arma da fuoco da forze avverse, era cosa ben nota, cosi’ come era noto che nessuno, proprio nessuno, nemmeno il presidente nero più bello del mondo, potesse prescindere dalle frasi di circostanza, dai sorrisi e dalle pacche sulle spalle.

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

Qualcuno riesce anche a dire che Berlusconi ha perso, qualcuno riesce anche a crederci, sommando punti, percentuali, ridicoli calcoli di una democrazia allo sbando. Le destre in Europa prendono piede, anzi prendono piede le destre xenofobe, quelle il cui motto è “soluzione finale per zingari ed ebrei”, è il caso dell’Olanda. Ciò ci consola in fondo. Noi italiani riusciamo ancora a stupirci davanti alla pur minima affermazione di stampo razzista e talvolta riusciamo anche ad indignarci quando vengono lesi i diritti umani. Del resto siamo gente calda noi, gente mediterranea, gente abituata ad accogliere e non a respingere. E infatti abbiamo accolto con infinità ospitalità un noto campeggiatore africano, il pacifico dittatore Mohammed al-Qaddafi, facendo sfoggio dell’amicizia secolare che ci lega con la Libia, non battendo ciglio alle provocazioni dell’illustre ospite, prostrandoci alla sua saggezza e al suo acume politico. Silvio Berlusconi e Mohammed al-Qaddafi, una coppia perfetta, se non fosse per il divario intellettuale e per la coerenza politica che nonostante tutto, nonostante lo sprezzo per la democrazia e per i diritti umani, caratterizza il dittatore libico. Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

1. Ma vi sembra normale che solo agli italiani non faccia effetto essere governati da chi condiziona il loro immaginario attraverso le televisioni?

2. Ma vi sembra normale che in tutte le interviste pre-elettorali la domanda più dura che gli hanno rivolto sia stata «ci dica»?

3. Ma vi sembra normale che i dirigenti del Pd siano tutti ex del Pci e della Democrazia cristiana?

4. Ma vi sembra normale che Clinton, Jospin, Schroeder, Blair e persino Gorbaciov facciano un altro lavoro da anni e loro invece insistano?

5. Ma vi sembra normale che Pdl e Pd abbiano perso milioni di voti e parlino solo di quelli persi dagli avversari?

Leggi tutto »

Tags: ,

La cosa più bella di queste elezioni è che porranno fine a una campagna elettorale monotona, meschina e inutile, insomma non molto diversa dalle altre; quello che questa volta ha reso le chiacchiere e gli insulti più intollerabili è il fatto che siamo in piena crisi economica, che migliaia di italiani hanno perso il lavoro negli ultimi mesi e altri lo perderanno, che il potere d’acquisto delle famiglie e anche dei single è ridotto all’osso. Leggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

The most distasteful aspect of Silvio Berlusconi’s behaviour is not that he is a chauvinist buffoon. Nor is it that he cavorts with women more than 50 years younger than himself, abusing his position to offer them jobs as models, personal assistants or even, absurdly, candidates for the European Parliament. What is most shocking is the utter contempt with which he treats the Italian public.
The ageing Lothario may find it amusing, or even perhaps daring, to act the playboy, boasting of his conquests, humiliating his wife and making comments that to many women are grotesquely inappropriate. He is not the first or the only one whose undignified behaviour is inappropriate to his office. But when legitimate questions are asked about relationships that touch on the scandalous and newspapers challenge him to explain associations that, at best, are puzzling, the clown’s mask slips. He threatens those newspapers and televisions stations that he controls, invokes the law to protect his “privacy”, issues evasive and contradictory statements and then melodramatically promises to resign if he is caught lying.

Leggi tutto »

Tags: , , ,

 Einaudi non pubblicherà Il quaderno, il libro che raccoglie testi let­terari e politici scritti sul blog dallo scrittore porto­ghese José Saramago, pre­mio Nobel per la letteratura nel 1998. Ne dà notizia «L’Espresso» oggi in edico­la anticipando che l’editore della raccolta di saggi sarà sempre torinese, Bollati Bo­ringhieri, ma soprattutto svelando il motivo della momentanea rottura tra l’autore di Cecità e la casa dello Struzzo. «La nuova opera — scrive Mario Porta­nova — contiene giudizi a dir poco trancianti su Silvio Berlusconi, che di Einaudi è il proprietario». Sarama­go è severo con Berlusconi ma anche con gli italiani, il cui sentimento «è indiffe­rente a qualsiasi considera­zione di ordine morale». Ma «nella terra della mafia e della camorra che impor­tanza può avere il fatto pro­vato che il primo ministro sia un delinquente?». L’au­tore del Quaderno arriva a paragonare il nostro capo del governo a «un capo ma­fioso ».

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , ,

Un pesce rosso convinto d’essere un cardinale, gli economisti che ammettono di non averci capito niente, la politica fuori dalla nomine Rai, José Mourinho che lavora gratis. Sono molte le notizie surreali che avrebbero potuto colorare questa torrida primavera, ma è toccato a una ragazzina e ai suoi bizzarri rapporti col presidente del Consiglio.

Bizzari: ecco la parola. Potete essere di destra o di sinistra, atei e cattolici, giovani o meno giovani, ma sarete d’accordo: se uno sceneggiatore avesse scritto un film con quella trama, gli avrebbero detto “Ragazzo, hai bevuto?”. Leggi tutto »

Tags: , , , ,


Pagina 5 di 9« ...34567...»