Che avrà mai detto il Papa durante il suo viaggio in Africa, in quella terra martoriata da povertà e malattie? “L’epidemia di Aids non si può superare con la distribuzione dei preservativi che, anzi aumentano i problemi”. Il Papa ha indicato come unica via per combattere il male del secolo quella di “un rinnovo spirituale e umano nella sessualità”. Certo sarebbe bello a prescindere tale rinnovamento e tale presa di coscienza, ma è davvero convinto il signor papa che possa servire a prevenire l’aids o stava solo scherzando? Avrà preso magari ispirazione da Silvio che durante ogni trasferta ci delizia con audaci battutine? Allora si, davvero divertente. Ma si insinua in me il dubbio che il papa abbia detto sul serio…i preservativi non servono a nulla, non li usate, piuttosto guardatevi negli occhi e sussurratevi dolci preghiere d’amore! Certo, potrebbero farlo anche le prostitute…i giovani, i meni giovani, le coppie che vivono o meno nel peccato, insomma dovrebbero farla tutti finita con questo sesso, con questi preservativi inutili e viscidi. Bleee…tanto a fermare l’aids basta la forza del pensiero! Mi viene da ridere, allora sarà stata una battuta alla Silvio..non bisogna preoccuparsi!

Tags: , , , ,

Capita che la politica delle «pacche sulle spalle» non paghi. Che la battuta non sia gradita. Che si crei un incidente diplomatico. Che si feriscano i sentimenti di una persona, di un intero popolo. Ma Silvio Berlusconi, premier sottratto al cabaret, sembra non tenere in alcun conto queste considerazioni che, invece, dovrebbero apparirgli quanto mai evidenti dato che la sua carriera politica è costellata di incidenti, diplomatici e non, gravi e meno gravi, di affermazioni agghiaccianti o inutilmente pittoresche. Nessuno riuscirà mai a togliergli dalla testa che non c’è niente di meglio di una barzelletta, di una battuta a doppio senso, di un’allusione neanche troppo velata, per allentare le tensioni. Parlando di donne e motori,come cantava Bruno Lauzi. E anche di pallone, ovvio.

L’incidente con l’Argentina, esploso dopo la cinica battuta sui desaparecidos, è l’ennesimo di una lunga serie ma non sarà certo l’ultimo. Ma la teoria di Berlusconi dell’alleggerimento a mezzo boutade non sembra destinata a fermarsi davanti alle proteste, ai richiami ufficiali, allo sdegno che coglie ogni persona di buon senso e con una dose minima di umanità davanti alla evocazione dell’Olocausto o dei malati di Aids che il Cavaliere in questi anni ha fatto. Flash. Ricordi. Spicchi di realtà che tornano nella memoria, tanto esasperati da apparire irreali. Il premier che guida una delle potenze del mondo che sceglie di sorprendere con un doppio senso piuttosto che dare un senso alla politica di un Paese che si dibatte tra mille difficoltà. Ed in cui la stragrande maggioranza delle persone vive nell’incertezza. Anche se c’è da fare i conti con la categoria di coloro che l’oblio lo vanno a cercare nella casa del Grande Fratello la sera della morte di Eluana. Ma questa è un’altra storia.

Leggi tutto »

Tags: , , , , , ,

Des déclarations du chef du gouvernement italien, Silvio Berlusconi, portant sur les “vols de la mort” pendant la dictature argentine (1976-1983) ont provoqué, mercredi 18 février, une mini-crise diplomatique entre Rome et Buenos Aires. L’Argentine a fait part de son “malaise” après les propos de M. Berlusconi et convoqué l’ambassadeur d’Italie pour lui demander des explications, une réaction qui a suscité à son tour l'”indignation” du gouvernement italien.

M. Berlusconi avait ironisé vendredi à Cagliari, en Sardaigne, sur “ce dictateur argentin qui, pour éliminer ses opposants les mettait dans un avion avec un ballon, et ouvrait ensuite la porte en disant : ‘c’est une belle journée dehors, allez jouer un peu'”, ajoutant : “ça fait rire, mais c’est dramatique”, selon la vidéo publiée sur YouTube.

da LeMonde

You need to install or upgrade Flash Player to view this content, install or upgrade by clicking here.

Tags: , , , , , ,

PROPRIO ieri 24 febbraio il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha presentato a camere riunite il suo progetto riguardo la produzione di energia e ha specificato che la produzione sarà pulita e rinnovabile. Inoltre, ha annunciato la quota di denaro che lo Stato americano ha intenzione di stanziare a cominciare da subito. Ha aggiunto: “Il nostro primo obiettivo è quello di riuscire ad abbattere drasticamente l’inquinamento atmosferico e l’effetto serra”.

Il giorno stesso, a Roma, il nostro primo ministro Berlusconi firmava un accordo per attuare nel nostro paese l’impianto di ben quattro centrali nucleari di terza generazione, e non ha assolutamente parlato dei problemi di riscaldamento globale. Segnaliamo a questo proposito che l’inquinamento della città di Milano per ben 35 giorni sui 55 dall’inizio dell’anno ha superato il livello di inquinamento atmosferico, raggiungendo i 171 microgrammi di polveri sottili, contro i 50 del limite europeo. Ma il Governo italiano e il Comune di Milano non fanno una piega.

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,


Pagina 9 di 9« ...56789